Gold Open Access

Letteratura ad accesso aperto non significa letteratura esente da costi.
Nel caso della Green Road, i costi di gestione degli archivi aperti (IRIS Unige ad esempio) vengono supportati dalle istituzioni, e il deposito è gratuito solo per gli autori. Se invece un autore sceglie la Gold Road, dev'essere consapevole che l’editore può richiedere a lui o alla sua istituzione una compartecipazione alle spesa.
Gli editori commerciali offrono la possibilità di pubblicare contributi scientifici ad accesso aperto all'interno di riviste o pubblicazioni dietro pagamento di un contributo (sostenuto dall’autore o dall'istituzione), che si somma al costo dell'abbonamento. Questo contributo è definito APCs - Article Processing Charges, i cui importi possono essere previsti nel budget iniziale della ricerca.

  • APC per editori nativamente Open Access. Questi editori non hanno altra fonte di introiti.
  • APC per editori tradizionali. In questo caso, la rivista resta in abbonamento, ma il singolo articolo diviene Open Access dietro pagamento di Open Choice.
  • APC per riviste totalmente Open Access di editori commerciali

SBA Unige ha sottoscritto, tramite CRUI-CARE, un contratto con Elsevier che prevede sconti per gli autori sul pagamento delle APCs (Article Processing Charges) se scelgono di pubblicare in Open Access. I costi di pubblicazione, benché agevolati, sono a carico dei singoli ricercatori o gruppi di ricerca.
Durata del contratto: 2018 - 2022
Cosa prevede il contratto: l'autore beneficerà di sconti decrescenti durante i 5 anni del contratto su un elenco di riviste selezionate:

Per maggiori informazioni consultare il sito dell'editore.

VEDI ANCHE

  • Sistema bibliotecario di Ateneo: Che cos'è Open Access
  • Sistema bibliotecario di Ateneo: Strumenti per accedere alle risorse GOA
  • Sistema bibliotecario di Ateneo: Il fenomeno dei "Predatory journal"
  • Archivio istituzionale IRIS Unige

CONTATTI